• Gruppo Sinistra Italiana
Home » Senza categoria » Sinistra Italiana presenta la proposta di legge sulla Gig Economy
13/02/2017 Sinistra Italiana presenta la proposta di legge sulla Gig Economy

Anche in Italia si sono diffuse nuove pratiche che hanno sfruttato l’evoluzione tecnologica al fine di accrescere le diseguaglianze e sfruttare il lavoro. Questo nuovo tipo di economia è chiamata Gig economy, ovvero l’economia del lavoretto. Accanto alla crescita dei servizi prestati ai clienti è cresciuta la diminuzione di salario e di tutele nei confronti dei lavoratori. Questi lavoratori non hanno quindi alcun diritto a ferie, copertura per infortuni o malattie pagate.

L’esempio più clamoroso, che ha fatto deflagrare anche in Italia i problemi della Gig economy, è quello di Foodora, società attiva nel servizio di consegna a domicilio di pasti preparati in ristoranti convenzionati, mediante l’utilizzo di una app. Ma il problema dell’inquadramento dei lavoratori della Gig economy non è solo italiano ma globale.

Domani Martedì 14 febbraio 2017 alle 13 presso la sala stampa di Montecitorio si svolgerà la conferenza stampa di presentazione della proposta di legge di Sinistra Italiana in materia di prestazioni di lavoro le cui modalità di esecuzione sono organizzate o coordinate dal committente (Gig Economy) per definire l’indispensabile inquadramento dei lavoratori per riconoscere diritti e tutele che già oggi sarebbe possibile riconoscere, ma che invece vengono negati ai lavoratori di Foodora e agli altri della Gig economy.

Partecipano il deputato di Sinistra Italiana Giorgio Airaudo, i componenti di SI della commissione lavoro di Montecitorio e i rappresentanti dei rider/fattorini di Foodora.

[ssba]
Commenta