• Gruppo Sinistra Italiana
Home » Blog » Periferie, il bando sulla riqualificazione va prolungato
04/08/2016 Periferie, il bando sulla riqualificazione va prolungato

È necessario prolungare i termini di scadenza del bando sulla riqualificazione delle periferie delle nostre città. C’è il rischio che le amministrazioni di importanti città, quelle andate al voto recentemente, vengano discriminate perché non hanno i tempi tecnici necessari per partecipare al bando. Renzi e Franceschini intervengano perché se le cose rimanessero così Milano, Roma, Torino, Cagliari, Napoli, Bologna rischiano di perdere preziosi fondi per riqualificare aree urbane caratterizzate da situazioni di marginalità economica e sociale, degrado edilizio e carenza di servizi.

Per questo, sui tempi del bando periferie, ho presentato una interrogazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, nella quale chiedo quali azioni si intendano intraprendere per tutelare la parità e l’equità di partecipazione a tutte le aree periferiche delle città che vorranno presentare i propri progetti. E se, per questo, non si intendano prolungare i tempi di scadenza del bando per la riqualificazione delle periferie che scadono il 30 agosto prossimo.

Chi ha affrontato le elezioni amministrative nel giugno del 2016 rischia di essere discriminato e perdere importanti opportunità, perché le nuove giunte, appena insediate, non hanno a disposizione i tempi per partecipare con proposte qualificate. Da giorni alcuni coordinamenti, come il Coordinamento Periferie di Roma, hanno segnalato la difficoltà e scritto alla Presidenza del Consiglio e ai Ministeri interessati per richiedere un prolungamento dei tempi di scadenza del bando, senza ottenere risposta. Mi auguro che Renzi e Franceschini prendano al più presto provvedimenti.

[ssba]
Commenta