• Gruppo Sinistra Italiana
Home » Senza categoria » Pensioni di reversibilità: si scrive revisione, si legge vergogna
15/02/2016 Pensioni di reversibilità: si scrive revisione, si legge vergogna

Il governo annuncia un provvedimento contro la povertà. E nel disegno di legge inseriscono una vera e propria carognata: la “revisione” degli assegni di reversibilità, cioè quello strumento con cui un coniuge o un familiare riceve la pensione del defunto. Una garanzia di vita decente per molte persone, nel nostro paese, in particolare in questi anni di crisi.

Dal governo si affrettano a dire che gli assegni saranno legati all’ISEE e alla situazione patrimoniale.
Il che vuol dire che basterà possedere ad esempio una casa (proprio un requisito di lusso!) per vedere ammaccato e decurtato un diritto.

Insomma, la solita partita di giro del governo che con una mano toglie (molto) e con l’altra da (pochissimo). Non c’è molto da dire, se non che si tratta di un atto vergognoso. Ma perché ce l’hanno così tanto con chi lavora e con chi ha bisogno di tutele?

[ssba]
Commenta