• Gruppo Sinistra Italiana
Home » Blog » Pasolini, sempre più necessaria una commissione d’inchiesta
02/11/2016 Pasolini, sempre più necessaria una commissione d’inchiesta

La richiesta dell’avv. Maccioni, in occasione del 41° anniversario dell’assassinio di Pier Paolo Pasolini, di riaprire le indagini sull’omicidio dello scrittore ci rafforza nella nostra ricerca e richiesta di verità. L’esistenza del DNA di una terza persona non è una supposizione, ma il dato scientifico estrapolato da una traccia di sangue, che dimostra, come ci spiegano i genetisti, la presenza di un’altra persona assieme a Pelosi e Pasolini, la notte del 2 novembre 1975 all’Idroscalo di Ostia. Mi auguro che la Procura di Roma accolga l’istanza di riapertura del caso Pasolini. Ma, accanto al lavoro della magistratura, è necessario che il Parlamento avvii al più presto una commissione di inchiesta parlamentare.
 
Siamo convinti non si tratti di un delitto a sfondo omosessuale. Anzi, l’idea che sia stato un delitto politico si rafforza a causa delle difficoltà sistematicamente frapposte all’avvio della commissione parlamentare. Analoghe difficoltà sta incontrando anche l’istituzione della commissione d’inchiesta per l’assassinio di Giulio Regeni. Con dispiacere constato di appartenere all’unico gruppo parlamentare, Sinistra Italiana, che continua a richiederla con forza. Ma questa non può essere una richiesta dell’una o dell’altra bandiera, è una richiesta di civiltà.

[ssba]
Commenta