• Gruppo Sinistra Italiana
Home » Proposte di legge » Nuovo modelli per gli Enti previdenziali
23/12/2015 Nuovo modelli per gli Enti previdenziali

PROPOSTA DI LEGGE N. 2919
Modifica dell’articolo 3 del decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 479, concernente l’ordinamento dell’Istituto nazionale della previdenza sociale e dell’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro

Questa proposta di legge in particolare – sostituendo l’articolo 3 del decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 479, che ha già subìto diverse modifiche non organiche negli anni recenti – propone un nuovo modello di ordinamento degli enti previdenziali e assicurativi, basato sull’esigenza (come riportato anche nel citato rapporto della commissione di studio) di garantire la loro «buona condotta», capace di promuovere l’interesse pubblico e quello delle principali categorie di stakeholder, corretto sul piano formale, ovvero rispettoso delle normative e delle procedure vigenti, responsabile ed efficiente nell’uso delle risorse, efficace nella qualità e nella snellezza dei processi decisionali e in grado di assicurare la massima trasparenza verso l’esterno.
In questo contesto, la presente proposta di legge cerca di assicurare: la salvaguardia del principio di rappresentatività delle parti sociali; la garanzia dei livelli di professionalità nell’esercizio delle funzioni assegnate ai diversi organi; la responsabilizzazione dei relativi componenti; la promozione di processi decisionali chiaramente definiti, tali da evitare possibili conflitti; la tempestività nella gestione dei processi di pianificazione, programmazione, attuazione, controllo e valutazione; l’efficacia del sistema dei controlli.
La commissione di studio nominata dal Ministro del lavoro e delle politiche sociali, nel suo citato rapporto aveva individuato delle criticità e «inevitabili ulteriori difficoltà di integrazione e allineamento tra i diversi livelli di responsabilità» nella «numerosità dei comitati a livello centrale e territoriale» dell’INPS. Per questo motivo proponiamo che il consiglio di amministrazione, d’intesa con il consiglio di strategia e di controllo, presenti al Governo, entro un anno, un progetto di riforma dei comitati centrali e territoriali, che si prefigga di semplificare il sistema e di integrare i diversi livelli di responsabilità.

Consulta il testo integrale della Proposta di Legge

[ssba]
Commenta