• Gruppo Sinistra Italiana
Home » Senza categoria » Mps, Padoan chiarisca cosa è accaduto nelle ultime fasi
28/12/2016 Mps, Padoan chiarisca cosa è accaduto nelle ultime fasi

Con Stefano Fassina abbiamo scritto una lettera al presidente della commissione Finanze della Camera per un’audizione urgente del ministro Padoan e del rappresentante del ministero presso Monte dei Paschi.

Alcuni degli ultimi passaggi della vicenda MPS hanno bisogno di approfondimento.
Come risulta anche da articoli di stampa, sarebbe interessante sapere perché il rappresentante del Tesoro, ovvero il primo azionista, abbia avallato la richiesta alla BCE di prorogare i termini per l’aumento di capitale, acclarata l’evidenza della fuga dei depositi dall’istituto senese.
E perché, nonostante il Governo abbia dato il via libera al salvataggio di Stato, il dott. Turicchi continui a votare in senso contrario nel Consiglio di MPS.

È opportuno sapere se corrisponde a verità che la documentazione riservata rendesse già evidente da tempo l’assenza di investitori istituzionali disposti a partecipare all’aumento di capitale, rendendo così del tutto vana l’attesa, e soprattutto pregiudizievole degli interessi dei piccoli azionisti.

Soprattutto è necessario capire per quale ragione fra agosto e dicembre, quando era già chiaro che non esistesse alcun margine reale per soluzioni di mercato, il Governo non abbia aperto una trattativa con le autorità comunitarie, per arrivare preparato alla nazionalizzazione della banca.

La enorme quantità di denaro pubblico impegnata nel salvataggio di MPS impone il massimo del rigore, della trasparenza, dell’impegno.

[ssba]
Commenta