• Gruppo Sinistra Italiana
Home » Proposte di legge » Libertà di coltivazione per uso personale, individuale o collettivo della cannabis
23/12/2015 Libertà di coltivazione per uso personale, individuale o collettivo della cannabis

PROPOSTA DI LEGGE N. 2982
Modifiche al testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309, e alla legge 17 luglio 1942, n. 907, in materia di monopolio della cannabis e dei suoi derivati

La presente proposta di legge, sulla scia di ormai palesi motivazioni giuridico-penali, nonché di politica criminale, mira dunque a introdurre nell’ordinamento modifiche alla disciplina in materia di stupefacenti volte a contemperare la libertà della coltivazione per uso personale della cannabis, individuale o collettiva, con la necessità di una regolamentazione da parte dello Stato del relativo mercato, e ciò in linea con alcuni orientamenti della giurisprudenza, di merito e di legittimità, nonché con i percorsi antiproibizionisti avviati in Uruguay, Colorado, Spagna e altri Paesi. A tale fine, la presente proposta di legge, con l’articolo 7, interviene, modificandola, sulla legge 17 luglio 1942, n. 907 (sul monopolio dei sali e dei tabacchi), ancora in vigore, nonostante le numerose novelle intervenute nel tempo, introducendo il titolo II-bis, rubricato «Monopolio della cannabis» costituito dagli articoli da 63-bis a 63-octies, che assoggettano al monopolio di Stato la coltivazione, la lavorazione, l’introduzione, l’importazione e la vendita della cannabis e dei suoi derivati.

Consulta il testo integrale della Proposta di Legge

[ssba]
Commenta