• Gruppo Sinistra Italiana
Home » Blog » Le nostre denunce inascoltate per molto tempo. Chiudere i Cara
15/05/2017 Le nostre denunce inascoltate per molto tempo. Chiudere i Cara

Finalmente oggi, dopo anni di denunce, ispezioni a sorpresa, interrogazioni parlamentari, richieste di audizioni in commissione Antimafia, grazie all’attività del procuratore Nicola Gratteri e degli uomini dei carabinieri della polizia e della guardia di finanza di Catanzaro e Crotone che hanno condotto l’operazione la verità finalmente è stata svelata. Troppe cose non andavano nel centro fra i più grandi d’Europa: dalla condizione in cui versavano i migranti alla gestione economica, dalla mancanza di trasparenza alla morte di un ragazzo.

Ho denunciato per anni la gestione del Cara di Isola Capo Rizzuto, prima da giovane attivista poi da parlamentare e per una volta mi sento di dire che la politica non ha aspettato la magistratura. Anche se, ogni volta, la risposta, da Alfano a Morcone, era sempre la stessa: tutto in regola. Oggi dopo un bliz anti ‘ndrangheta finalmente arrivano 68 arresti alla cosca Arena di Crotone, tra cui anche il capo della Misericordia, la cooperativa che da sempre è stata l’unica a poter gestire il centro. E la dimostrazione che non era tutto in regola. Adesso è necessario chiudere i Cara, da Mineo a Isola Capo Rizzuto, perché l’accoglienza sta diventando un volano economico per le mafie.

[ssba]
Commenta