• Gruppo Sinistra Italiana
Home » Senza categoria » Il Ddl Povertà è l’ennesima mancetta, ora ci vuole il reddito minimo!
14/07/2016 Il Ddl Povertà è l’ennesima mancetta, ora ci vuole il reddito minimo!

L’Italia non riparte. Aumentano i lavoratori intermittenti, gli sfruttati pagati con un voucher o con i buoni pasto. Aumentano i poveri, di ogni tipo, persone singole, famiglie intere. Più di un milione di bambini vivono in condizioni di privazione, i giovani sono destinati ad una vita di lavori degradanti con pensioni ancora più misere.

La delega anti-povertà è l’ennesima riproposizione di una ricetta già tentata mille e mille volte; una social-card che servirà giusto a dare qualche ora di notorietà agli esponenti del governo di turno. I poveri resteranno poveri e nulla di concreto sarà fatto per liberare le milioni di persone ostaggio della povertà più nera.

Serve una misura realmente universale che sostenga tutte le persone che non ce la fanno. Serve un reddito minimo per tutti, per liberare dai ricatti del lavoro e creare un’economia nuova, sociale, solidale che non lascia nessuno indietro.

I soldi ci sono, i nostri emendamenti per l’istituzione del reddito minimo garantito sono stati dichiarati ammissibili e con le coperture adatte. Più che delegare il governo a dare 56 euro al mese a una fetta ristrettissima di famiglie in difficoltà, noi chiediamo perché si ostina a far finta di nulla.

Un reddito è possibile e necessario. Oggi, non tra qualche anno.

[ssba]
Commenta