• Gruppo Sinistra Italiana
Home » Blog » Il concorso per i medici non obiettori è una buona notizia
22/02/2017 Il concorso per i medici non obiettori è una buona notizia

L’assunzione di medici non obiettori all’ospedale San Camillo di Roma con un concorso finalizzato proprio al servizio di interruzione volontaria di gravidanza è una buona notizia. Oggi in Italia i diritti delle donne che ricorrono all’aborto vengono regolarmente infranti dai medici, che costringono le donne a compiere vere e proprie odissee pur di mettere in pratica una scelta sacrosanta. Un percorso difficile proprio per l’eccessivo numero di medici obiettori nelle strutture pubbliche.

Le donne hanno il diritto di poter scegliere liberamente se diventare madri e senza discriminazioni e il governo e gli Enti locali hanno il dovere di garantire la corretta applicazione della legge. La legge 194 viene violata almeno nel 35 per cento delle strutture, mentre ci sono aree del paese dove l’obiezione supera il 90 per cento. Tutto ciò è inaccettabile. Quanto fatto a Roma è un modo per garantire il rispetto e la piena applicazione della legge 194. Ora si faccia così in tutta Italia.

[ssba]
Commenta