• Gruppo Sinistra Italiana
Home » Senza categoria » Diaz, quella tortura che ancora oggi non si può punire
07/04/2015 Diaz, quella tortura che ancora oggi non si può punire

Oggi la Corte Europea per i diritti dell’uomo dice quello che sosteniamo da tempo: nell’irruzione alla Diaz a Genova ci furono violenze spropositate e vere e proprie torture contro manifestanti inermi. Come Sel abbiamo presentato da tempo una proposta per istituire una commissione d’inchiesta su quanto accaduto a Genova durante il G8 e la sentenza di oggi ci dice che è ora di approvarla per ristabilire la verità. E ci dice anche un’altra cosa che interroga direttamente la politica: fate la legge contro la tortura. E noi aggiungiamo anche quella che permette l’identificazione degli agenti attraverso un codice.

È da anni che aspettiamo che l’Italia si doti di una legge che introduca il reato di tortura nel nostro ordinamento e il testo approvato dal Senato e ora all’esame dell’Aula di Montecitorio non è sufficiente perché non fa della tortura un reato proprio. Sel è impegnata affinché il reato di tortura diventi legge il prima possibile per colmare un ritardo colpevole e inaccettabile per un paese civile.

[ssba]
Commenta