• Gruppo Sinistra Italiana
Home » Senza categoria » Caro Renzi, il semestre Ue buono sarà quello prossimo
16/12/2014 Caro Renzi, il semestre Ue buono sarà quello prossimo

Abbiamo ascoltato con attenzione le parole del Presidente del Consiglio Renzi sul prossimo consiglio Europeo: alla fine abbiano capito che il semestre buono è quello prossimo. Purtroppo siamo ancora una volta allo stadio delle promesse. Il piano Junker è una scatola vuota, anziché 300 miliardi forse sono ne disponibili solo 21. Nel frattempo sulla politica estera nulla si muove. Siamo di fronte alla solita bolla mediatica.

La disponibilità rivendicata da Renzi a modificare il patto di stabilità, come abbiamo visto nella manovra finanziaria, ha avuto un impatto molto relativo. Il punto è come si mette mano ai Trattati, che non sono scritti nel granito e si possono modificare. L’Italia avrebbe la forza e l’autorevolezza di mettere in discussione il fiscal compact, e di lavorare per un piano che rilanci l’economia. Purtroppo invece il governo ha scelto la strada di fare i compiti a casa. Ma non è detto che un bravo scolaro sia la cosa più utile al paese mentre attraversa la crisi economica più grande della sua storia.

È evidente che l’Italia sarà costretta ad aspettare il prossimo Semestre Europeo: saremmo costretti dunque a puntare sull’Estonia.

[ssba]
Commenta