• Gruppo Sinistra Italiana
Home » Blog » Banche venete, Governo accetta diktat europei a spese dei contribuenti
27/06/2017 Banche venete, Governo accetta diktat europei a spese dei contribuenti

La soluzione che pare prospettarsi per Veneto Banca e BPVI è troppo assurda per essere vera. Il Governo accetta i diktat europei e, di conseguenza, il salvataggio che sarebbe stato possibile con 5 miliardi di ricapitalizzazione pubblica si trasforma in un buco da ripianare di oltre 10 miliardi. A spese dei contribuenti.

In compenso Banca Intesa acquisisce gratis due banche risanate in un territorio fra i più ricchi e dinamici d’Italia. Per parafrasare Brecht, ormai non c’è crimine più grande che “salvare” una banca. C’era e ci deve essere un’alternativa: intervenire con capitale pubblico nell’istituto, consentire che i debitori stessi ripaghino a prezzo attualizzato gli NPL, come propone da mesi Sinistra Italiana.

[ssba]
Commenta